il tuo medico

Trattamenti di Rivitalizzazione

PRP (Plasma Ricco di Piastrine)
Indicato per: mani, volto, collo, decolleté, diradamento e caduta dei capelli.
 È un trattamento naturale che parte da un prelievo di sangue estemporaneo al paziente. 
Grazie a un processo di centrifugazione viene isolato il plasma, ricco di piastrine. Il siero che si ottiene, color giallo oro, viene applicato 
allo scopo di stimolare, potenziare e accelerare la rigenerazione dei tessuti (biorigenerazione e biorivitalizzazione sia superficialmente nell'epidermide sia profondamente nel derma) 
per attenuare rughe e pieghe e per stimolare la ricrescita dei capelli.
 È particolarmente adatto soprattutto per le persone allergiche e per chi soffre di patologie autoimmuni.
 In genere viene effettuato una volta al mese per una o tre sedute, successivamente ogni sei mesi.
 Il viso appare più luminoso, la texture più compatta, le piccole rughe appianate. I capelli appaiono più corposi, più lucidi e più voluminosi.

Biorivitalizzazione
Indicato per: mani, viso, collo, decolleté, interno braccia, interno cosce, glutei.
Attraverso un pool di sostanze attive, quali vitamine, minerali, amminoacidi, acidi nucleici ed enzimi si contrasta 
e si previene l’invecchiamento della pelle. 
Da eseguirsi esclusivamente da un medico, consiste nel somministrare le sostanze attive in mesoterapia 
ovvero per via intradermica. Azione della rivitalizzazione: stimolazione della crescita cellulare, ridensificazione attiva del derma, protezione
cellulare, rigenerazione, ottimizzazione della luminosità, riequilibrio ionico, idratazione attiva ed esogena,
riempimento delle rughe.

Filler acido-ialuronico
È una delle tecniche più usate perché non invasiva e naturale nei suoi effetti. Essendo una molecola costituente della pelle è di facile assorbimento e va a naturale riempimento delle rughe.

Azione dell’acido ialuronico: riempimento delle rughe d’espressione (naso, labbra, occhi), volumizzante delle labbra, rimodellamento zigomi e mento.

Peeling chimico
È una tecnica che applica agenti esfolianti sulla cute per interagire con gli strati dell’epidermide (aumenta il turnover cellulare con relativa esfoliazione e inibisce l'attività delle ghiandole sebacee) e, più nel profondo, del derma (stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene).

Adiposità localizzata
Il trattamento della cellulite ha quattro fondamentali punti di attacco:

  1. Apparato circolatorio: con un'azione flebotonica, indicata nelle insufficienze circolatorie da stasi venosa, sensazione
    di pesantezza alle gambe, crampi agli arti inferiori.
  2. Drenaggio connettivale: aumento del flusso linfatico con drenaggio delle tossine accantonate a livello mesenchimale,
    per un’azione disintossicante.
  3. Sistema ormonale: stimola delicatamente le ghiandole a secrezione interna in caso, ad esempio, di disturbi funzionali
    del ciclo mestruale, nelle adiposità di tipo ipofisario.
  4. Lipolisi: con un aumento dei processi ossidativi cellulari per il trattamento delle adiposità localizzate.
La Mesoterapia è un trattamento efficace per intervenire sul drenaggio connettivale e la ritenzione di liquidi.

Correzioni degli effetti collaterali cutanei in oncologia
In collaborazione con una equipe di medici esperti in laserterapia, chirurghi plastici e dermopuntatrice, vengono corretti gli inestetismi cutanei post chirurgici o post radiazioni.

Correzione degli eccessi o degli errori
Acido ialuronico: Il plus di filler iniettato in eccesso può essere risolto in qualche giorno da un enzima che funziona da antidoto e metabolizza l’acido ialuronico. Può verificarsi una reazione allergica al conservante dell’antidoto.
Silicone: si può ricorrere all'asportazione chirurgica della zona infiltrata. Oppure talvolta è sufficiente intervenire con infiltrazioni locali di piccole dosi di steroide.
Gonfiori o indurimenti: si eseguono infiltrazioni locali di piccole quantità di antinfiammatori ed antibiotici.